Visite e trattamenti

Richiedere un appuntamento da uno Psicologo non vuol dire iniziare un percorso terapeutico o psicoterapia. La visita Psicologica è simile ad altre visite che il cliente richiede in campo sanitario. Si contatta lo Psicoterapeuta per effettuare:

  • Visita psicologica: la visita psicologica è strutturata in un incontro volto alla valutazione del problema riferito dalla persona. L’analisi di quanto emerso durante la visita consente allo specialista di consigliare il miglior trattamento da effettuare.
  • Valutazione psicodiagnostica: in alcuni casi il cliente necessita di una valutazione dello stato psicologico certificata da uno specialista. Verranno pertanto effettuati alcuni colloqui per stabilire quali siano le problematiche e verranno somministrati dei test. Verrà infine rilasciata una relazione.
  • Valutazione neuropsicologica: in alcuni casi è necessario valutare le funzioni cognitive come la memoria, l’attenzione, la percezione, il ragionamento, il linguaggio, l’orientamento, le abilità costruttive e le funzioni esecutive. Anche in questo caso verrà effettuato un colloquio per valutare lo stato psicologico della persona e verranno utilizzati dei test specifici per valutare le funzioni cognitive. Infine, verrà rilasciata una relazione su quanto emerso.
  • Psicoterapia: la psicoterapia è caratterizzata da una serie di incontri volti alla soluzione di problemi emersi durante la visita psicologica. In accordo con il cliente si stabiliscono gli obiettivi e il piano di trattamento che si adatta alle sue esigenze.

TRATTAMENTI

La psicoterapia Cognitivo-Comportamentale, si avvale di un numero considerevole di tecniche che vengono utilizzate durante i trattamenti e, nella maggior parte dei casi, vengono insegnate al cliente così che possa utilizzarle autonomamente nella vita quotidiana. Alcune di queste tecniche sono:

  • Training assertivo: è un trattamento che insegna al cliente uno stile di pensiero e di comportamento “assertivo”. Una persona assertiva è in grado di esprimere le proprie opinioni, emozioni e punti di vista, facendo valere i propri diritti nel rispetto di quelli altrui. È fondamentale, nella vita quotidiana, poter essere assertivi in quanto si è in grado di esprime sé stessi con sicurezza per raggiungere i propri obiettivi.
  • Rilassamento muscolare progressivo e Training Autogeno: il rilassamento muscolare progressivo è una tecnica utilizzata principalmente per imparare a rilassare il proprio corpo sia come attività fine a se stessa sia come ausilio in situazioni di stress. In terapia viene spesso utilizzato nei disturbi d’ansia così da fornire al cliente uno strumento per intervenire sul proprio stato d’animo. Il training autogeno è una tecnica di rilassamento che associa il pensiero alle sensazioni corporee. È una tecnica complessa ed articolata che consente però alla persona di intervenire sui propri stati d’animo e sulle reazioni del proprio organismo. Viene impiegata per diversi disturbi o, semplicemente, per raggiungere uno stato di rilassamento.
  • Training per lo sviluppo delle abilità sociali: il training per lo sviluppo delle abilità sociali, è un trattamento volto a potenziare o apprendere le abilità relazionali ed emotive deficitarie o carenti. L’obiettivo è quello di imparare a gestire efficacemente le proprie relazioni interpersonali per avere una vita relazionale soddisfacente.
  • Training per l’autostima: l’autostima è una credenza o idea che la persona sviluppa su sè stessa e sulle sue capacità. Spesso le persone hanno delle ottime risorse ma non se ne rendono conto; in altri casi, non sviluppano delle competenze in quanto bloccati da credenze negative su sè stessi o da paure. L’obiettivo del training è principalmente quello di far emergere le capacità della persona, rinforzarle e svilupparne altre più carenti. Al termine del trattamento, il cliente avrà imparato a lavorare sul pensiero, a porsi obiettivi efficaci ed a perseguirli accrescendo l’autostima in autonomia. 
  • EMDR: è un trattamento breve inizialmente nato per la terapia di eventi traumatici ma, data la comprovata efficacia, attualmente viene utilizzato per numerose problematiche legate ad eventi stressanti per la persona (es. fobie specifiche, disturbi di panico, autostima, lutti). Si basa sull’elaborazione di ricordi memorizzati in modo “disfunzionale” portando all’elaborazione spontanea di queste esperienze con la conseguente formazione di un ricordo “funzionale”. Il trattamento completo è strutturato in fasi che trattano il passato (ricordi che compromettono lo stato attuale), il presente (il disturbo passato comporta pensieri e comportamenti disfunzionali che influenzano il mio presente), il futuro (avendo elaborato i ricordi passati, posso progettare un futuro basato su pensieri e comportamenti adeguati). L’obiettivo della terapia EMDR è quello di elaborare completamente le esperienze che causano problemi e sviluppare nuove modalità di pensiero necessarie per il benessere.